Brice Matthieussent

10Feb10

Camminando, meglio ancora dormendo

«Je traduis toujours à l’oreille, car je traduis de l’américain. Pour traduire un livre, je mets entre deux jours et deux ans. Je suis incapable de répondre à la question du temps comptable de traduction, car je traduis en marchant, et mieux encore en dormant.»

Citato in Anthony Palou, “Le métier de traduire”, Le Figaro, 15 ottobre 2007.

˜

«Traduco sempre a orecchio, perché traduco dall’americano. Per tradurre un libro, posso metterci da due giorni a due anni. Sono incapace di rispondere alla domanda sul numero di ore che dedico giornalmente alla traduzione, perché traduco camminando, meglio ancora dormendo.»



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: