Valerio Magrelli

14Feb10

L´imballatore

«Cos’è la traduzione? Su un vassoio
la testa pallida e fiammante d’un poeta».
Vladimir Nabokov

L’imballatore chino
che mi svuota la stanza
fa il mio stesso lavoro.
Anch’io faccio cambiare casa
alle parole, alle parole
che non sono mie,
e metto mano a ciò
che non conosco senza capire
cosa sto spostando.
Sto spostando me stesso
traducendo il passato in un presente
che viaggia sigillato
racchiuso dentro pagine
o dentro casse con la scritta
“Fragile” di cui ignoro l’interno.
E’ questo il futuro, la spola, il traslato,
il tempo manovale e citeriore,
trasferimento e tropo,
la ditta di trasloco.

Esercizi di tiptologia, Mondadori, Milano, 1992.



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: