Ernest Hemingway

30Mar10


Il principio dell’iceberg: l’importante non si vede

«If it is any use to know it, I always try to write on the principle of the iceberg. There is seven-eighths of it underwater for every part that shows. Anything you know you can eliminate and it only strengthens your iceberg. It is the part that doesn’t show. If a writer omits something because he does not know it then there is a hole in the story».

˜

«Ammesso che a qualcuno possa interessare, io cerco sempre di scrivere secondo il principio dell’iceberg: i sette ottavi di ogni parte visibile sono sempre sommersi. Tutto quel che conosco è materiale che posso eliminare, lasciare sott’acqua, così il mio iceberg sarà sempre più solido. L’importante è quel che non si vede. Ma se uno scrittore omette qualcosa perché ne è all’oscuro, allora le lacune si noteranno.»

Il principio dell’iceberg. Intervista sull’arte di scrivere e narrare, a cura di George Plimpton, il nuovo melangolo, Genova, 1996. George Plimpton, The Art of Fiction: Ernest Hemingway”, in The Paris Review, 5 (Spring 1958), 60-89.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: