Constantino Bértolo

27Nov10

Simulazione di volo

«El problema de la lectura silenciosa lo constituye la soledad del lector. El lector entra en el espacio de la lectura como el aprendiz piloto entra en la cabina de simulación. Desde allí maneja un mundo, construye o reconstruye el mundo que el texto propone. El panel de señales es el texto, y el lector lo descifra sin ninguan garantía que ese desciframiento sea el correcto. El proprio acto de leer en solitario, en silencio, conlleva el peligro al que estamos haciendo referencia: caer en el abusus, “apropiarse” del texto, en este caso de la novela, y leer sólo lo que conviene. El problema es de intensidad: se trataría de habitar en otra historia recordando —el recordatorio de Sócrates— que esa historia no le está ocurriendo de verdad al lector, es decir, que el vuelo no es real. En otras palabras, más profesorales: recordando que el pacto de ficción es sólo eso, un pacto.»

“La enfermedad de leer”, in La cena de los notablesPeriférica, Cáceres, 2008, p. 47.

Constantino Bértolo, nato a Lugo nel 1946, è critico letterario e attualmente dirige il marchio editoriale Caballo de Troya del gruppo Random House Mondadori, orientato alla proposta di nuove voci narrative in lingua castigliana.

«Il problema della lettura silenziosa sta nella solitudine del lettore. Il lettore entra nello spazio della lettura come l’apprendista pilota entra nella cabina di simulazione. Di lì manovra un mondo, costruisce o ricostruisce il mondo che il testo propone. Il pannello di controllo è il testo, e il lettore  si trova a decifrarlo senza alcuna garanzia che la sua decifrazione sia corretta. L’atto stesso di leggere da soli, in silenzio, comporta il pericolo di cui dicevamo: cadere nell’abusus, “appropriarsi” del testo, nel nostro caso del romanzo, e leggere soltanto quello che si vuole. È un problema d’intensità: si tratterebbe di abitare un’altra storia ricordando — ecco il monito di Socrate — che quella storia non sta accadendo a noi, ossia che il volo non è reale. In altre parole, più professorali: ricordando che il patto della finzione è soltanto questo, un patto.»

Traduzione mia.


No Responses Yet to “Constantino Bértolo”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: