Walter Siti

30Mar13

writings_from_the_zen_masters.large

Un modo speciale di girare la frase

«Quel che vale per gli oggetti vale per le parole, il realismo rompe col classicismo che pretende di far parlare la stessa nobile lingua a tutti i personaggi, di qualunque estrazione; il realismo ascolta tutti e a tutti concede parola, ma troppo spesso anche l’ascolto si fa decorativo: ci si estasia sul pittoresco o sulle arguzie snob, il dialetto diventa un preziosismo in più — ci si crogiola nei rassicuranti lessici famigliari, o peggio si fa dire ai personaggi quel che è presumibile che dicano dati il loro ceto e la loro situazione. Mentre ciò che conta davvero …  è un modo speciale di girare la frase, un’attitudine speciale di pronuncia, un solecismo commovente; insomma quello che fa balzare vivo dalla pagina il personaggio e dà quasi l’impressione di possederlo carnalmente».

Il realismo è l’impossibile, Nottetempo, Roma, 2013, p. 56.


No Responses Yet to “Walter Siti”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: