Posts Tagged ‘traduzioni’

Traduzioni di Spagna e traduzioni d’America Invece dei punti d’incontro — che naturalmente ci sono — mi interessa mettere in rilievo le contraddizioni. Credo nella produttività del conflitto. La questione della lingua, è uno di questi punti. Prendiamo un caso, quello delle traduzioni. Ho sempre apprezzato la traduzione di Vila-Matas di Copi e quella di […]


Dante in tram Tutto cominciò poco prima della dittatura. Lavoravo in una biblioteca di Almagro. Abitavo in Avenida las Heras, angolo Pueyrredón, dovevo percorrere su lenti tram solitari il lungo tratto da quel quartiere del Nord fino ad Almagro Sud, per raggiungere una biblioteca sita in Avenida La Plata all’altezza di Carlos Calvo. Il caso […]


Convivenza coniugale «Una convivenza di oltre un anno — convivenza quotidiana, coniugale — con Edgar Allan Poe è una esperienza stupenda e stremante; una perfetta luna di miele conclusa con un uxoricidio. Poe è un partner esigente, stravagante, esibizionista, un monologante instancabile, un invadente, un bizzoso. Ma forse è opportuno dimettere la coatta metafora e dire qualcosa […]


. Sanguineti e Shakespeare 64. quando io ho veduto, dalla mano spietata del tempo, sfigurato il ricco sfarzo superbo delle consumate epoche sepolte, quando talvolta le vedo rase al suolo, le sublimi torri, e il bronzo eterno asservito al furore della morte: quando io ho veduto l’affamato oceano conquistare vantaggi sopra il regno delle spiagge, […]


Edith Grossman

18Mag10

. Il più famoso scrittore latinoamericano in inglese «Someone once called Faulkner the best-known Latin American writer in English, a description that may be more than a mere witticism. He seems to have inherited and the transferred into English the expansive Cervantean style that had so profound an influence, both positive and negative, on all […]


Ricardo Piglia

09Mag10

Sempre sul punto di scrivere in una terza lingua «El traductor se instala en los bordes del lenguaje y parece siempre a punto de escribir en una tercera lengua, en una lengua inventada, artificial. En ese sentido la traducción es uno de los medios fundamentales de enriquecimiento y de transformación del la lengua literaria. No […]


L’autore la formava allora a bella posta «Un’osservazione importantissima intorno alle traduzioni, e che non so se altri abbia fatta, e di cui non ho in mente alcuno che abbia profittato, è questa. Molte volte noi troviamo nell’autore che traduciamo p.e. greco, un composto una parola che ci pare ardita, e nel renderla ci studiamo […]


Norman Gobetti

03Mag10

Taccuino di un traduttore al lavoro «Ultimamente mi è capitato di rivedere per Einaudi una traduzione di American Rust di Philipp Meyer. Io non l’avrei tradotto così, però era tradotto molto bene. Poi mi è capitato di leggere le prime pagine di Ogni cosa è illuminata di Jonathan Safran Foer nella traduzione di Massimo Bocchiola. Io non […]


Cesare Garboli

02Mag10

Un personaggio servile: Sganarello «Le mie prime traduzioni di Molière risalgono al 1958. Ma questo ha poca importanza. Ho trovato dei miei tratti personali in tutti i personaggi di Molière, nessuno escluso: nei malati e nei cornuti, più o meno immaginari, nel misantropo, nello snob, nell’avaro, nel seduttore aristocratico e in quello spirituale, nei giovani […]


La tastiera cannibale Claro Le Clavier cannibale Inculte, Paris, 2009 Claro è il traduttore francese di autori come Thomas Pynchon, William Gass, Mark Z. Danielewski, Salman Rushdie e William T. Vollmann. Ma scrive anche narrativa (ultimo titolo: Madman Bovary, Verticales, 2007) ed è codirettore dalla collana di narrativa americana Lot 49 delle Éditions le Cherche […]


Angelo Morino

24Apr10

Una fatica che mi sarei evitato volentieri «Sebbene i risultati della mia attività di traduttore apparissero più visibili — forse per la quantitàdei testi volti in italiano, forse per la notorietà di alcuni autori cui il mio nome si ritrovava unito —, li ho quasi sempre considerati frutto di una fatica che mi sarei evitato […]


Un sistema di impressioni possibili «Ningún problema tan consustancial con las letras y con su modesto misterio, como el que propone una traducción. … Bertrand Russell considera un objeto externo como un sistema circular, irradiante, de impresiones posibles; lo mismo puede aseverarse de un texto, vistas las repercusiones incalculables de lo verbal. Un parcial y […]